carsharing

Guida autonoma – Daimler e Bosch vs Tesla

Guida autonoma: se ne parla tanto ma vediamo cosa c’è di nuovo.

Daimler e Bosch hanno recentemente stipulato una partnership volta a sviluppare entro l’inizio del prossimo decennio veicoli completamente a guida autonoma e quindi senza conducente su strade urbane. Progetto sicuramente ambizioso ma sta di fatto che entrambe le società impiegheranno parte delle loro risorse per lo sviluppo di software e algoritmi innovativi e che consentiranno un sistema di guida rivoluzionario e completamente autonomo.

L’obiettivo primario, dichiara la Daimler, è quello di creare un sistema che permetterà la guida totalmente autonoma all’interno delle città. Ad esempio, gli utenti saranno finalmente in grado di utilizzare uno smartphone per prenotare un’autovettura automatizzata e condivisa, che preleverà il passeggero e potrà così procedere con il viaggio richiesto.

L’intento finale inoltre, grazie a questo innovativo sistema, è quello di migliorare il flusso del traffico urbano facendo leva sulla sicurezza stradale e promuovendo sempre più il car sharing aprendo a nuove prospettive di mobilità anche per tutti coloro che non hanno la patente.

Vi ricordiamo che vi sono modelli attualmente in fase di sperimentazione da alcune aziende costruttrici, e quindi non ancora disponibili in commercio, che hanno raggiunto il cosiddetto livello 3. Ciò significa che il conducente può tranquillamente spostare l’attenzione dalla guida su alcuni tratti stradali, come ad esempio le autostrade, dove le condizioni non sono troppo complesse. Il presupposto però è sempre quello di essere pronti a prendere il controllo del veicolo quando necessario. Tornando alla Daimler, il produttore di veicoli Mercedes-Benz, grazie a questo progetto ha annunciato di voler passare dal livello 3 al livello 4 o 5!

In poche parole un domani avremo taxi che si guidano da soli. Assurdo vero? Per il momento comunque non possiamo far altro che metterci comodi e…attendere il 2020! 🙂

Sottolineiamo che Mercedes-Benz ha già in cantiere diversi esemplari a guida autonoma, anche se non equiparabili a quelle che sono le prospettive previste da questa sinergia con la Bosh. Citiamo alcuni modelli come la F 015 Luxury In Motion, la S 500 Intelligent Drive, la Mercedes-Benz Vision Van e l’ MPV Mercedes-Benz Vision Tokyo.

© Riproduzione riservata

Articolo precedente
Incremento tariffe motorizzazione.
Articolo successivo
Sospensione della patente immediata per chi usa il telefonino alla guida

Post correlati

No results found

Cosa ne pensi? Lascia un tuo commento.

Menu